LA GRANDE MUSICA è onlive

 

 

 

 

U
X
Sezioni

SEZIONI



Le parole e le idee di






SPETTACOLI

LIBRI

DISCHI



 

GazLab Edizioni
è un marchio
Cassagest s.r.l

 


 

 

Periodico Telematico
Registrato al Tribunale di Roma
n. 17/2022 il 10/02/2022

 

Direttore Responsabile
Paola Molfino

 

 


CONTACT

Via del Commercio 36
00154 Roma

(+39) 06.54.09.344
redazione@musicpaper.it

PUBBLICITÀ

adv@musicpaper.it

SEGUICI

SEZIONI

Chigiana in concerto per i 100 anni di Micat in Vertice

Chigiana in concerto per i 100 anni di Micat in Vertice

La stella di Micat in Vertice, il festival dell’Accademia Chigiana di Siena è pronta a brillare per la centesima volta, con 20 concerti, dal 18 novembre fino al 12 maggio 2023. Inaugurazione al Teatro dei Rinnovati con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia diretta da Antonio Pappano e la violinista Lisa Batiashvili.

La “nuova” Orchestra Sinfonica Unimi

La “nuova” Orchestra Sinfonica Unimi

Annunciato il nome del nuovo direttore musicale, Sebastiano Rolli, e presentata la Stagione 2022/23 dell’Orchestra Sinfonica dell’Università degli Studi di Milano. 12 concerti, ciascuno introdotto da una conversazione con giornalisti e musicologi, e 3 incontri per rispondere alle esigenze sociali e culturali della città.

Danza e musica per meditare in San Petronio

Danza e musica per meditare in San Petronio

Il 7 novembre nella Basilica di San Petronio a Bologna si tiene “Memorare”, progetto nato da un’idea di Vittoria Cappelli e Valentina Bonelli, che coniuga architettura, coreografia e musica. Un momento di meditazione collettiva promosso e introdotto dall’arcivescovo della città, Matteo Zuppi. Con i ballerini della Scala e i costumi di Yves Saint-Laurent.

A Ravenna con Mozart la Trilogia d’Autunno fa 10

A Ravenna con Mozart la Trilogia d’Autunno fa 10

Giovani direttori d’orchestra e giovani voci cresciute alla scuola della Riccardo Muti Opera Academy. Le nozze di Figaro, Don Giovanni e Così fan tutte sono i tre titoli scelti per la decima edizione della rassegna nata nel 2012. Il direttore artistico, Angelo Nicastro, traccia il bilancio e il profilo di questa vera fucina creativa.

Franco Fayenz il grande critico jazz che amava la classica

Franco Fayenz il grande critico jazz che amava la classica

È scomparso il 26 ottobre alla vigilia dei suoi 92 anni Franco Fayenz il critico e giornalista che ha fatto la storia della divulgazione del jazz in Italia. L’omaggio e il ricordo (molto personali) di Music Paper dedicati una figura unica, critico militante e “peripatetico” del jazz.

Fare comunità (europea) con l’Opera a Bruxelles

Fare comunità (europea) con l’Opera a Bruxelles

La Monnaie è il teatro d’opera della capitale d’Europa. A suo modo è un simbolo: trovarsi a Bruxelles lo investe di una responsabilità culturale, perfino politica, ben maggiore rispetto ad altri palcoscenici del continente. Peter de Caluwe, che ne è l’“Intendant”, il sovrintendente e direttore artistico, interpreta questa missione. Music Paper l’ha incontrato in esclusiva.

Belcanto e sacro impegno

Belcanto e sacro impegno

Il tenore statunitense Lawrence Brownlee è uno dei protagonisti della “Messa di Gloria” di Rossini incisa da Antonio Pappano alla guida dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e appena pubblicata da Warner Classics. Insieme a lui, l’amico di lunga data Michael Spyres, e tre eccellenze italiane: Eleonora Buratto, Teresa Iervolino e Carlo Lepore.
Ma non solo musica, Brownlee, che festeggerà nel mese di novembre 50 anni, è artista engagé. Fra una produzione lirica e l’altra, in giro per il mondo, lotta con passione per la racial justice e, in qualità di ambasciatore di “Opera for Peace”, si prodiga per sostenere l’attività dei giovani cantanti, incoraggiandoli nel loro percorso.

TOVEL c’est moi!

TOVEL c’est moi!

È una questione di gravità. Inesauribile questione di equilibrio e leggerezza, come nella vita. Per riflessi di verticalità e intersezioni, sempre sull’ipotenusa di slittamenti di senso. Oltre la linea dello sguardo, captare il bagliore di un’idea e percorrerne il contorno con la disinvoltura di un acrobata. Sperimentare.
Un viaggio fra le sorprendenti grammatiche musicali di TOVEL (aka Matteo Franceschini), che il 15 ottobre a La Scala di Parigi presenta il suo primo album, “Gravity”, ispirato alle opere dell’artista concettuale Bernar Venet. Insieme a lui, il pianista Bertrand Chamayou e il sassofonista Eudes Bernstein.

Nel Giardino delle relazioni pericolose

Nel Giardino delle relazioni pericolose

Parlare di Giovanni Antonini significa parlare di uno dei protagonisti più straordinari della storia del revival della musica antica nell’era della “rivoluzione filologica”. Milanese doc, tra i fondatori e direttore de Il Giardino Armonico, ha sempre impressionato e affascinato il pubblico per la resa teatrale-immaginifica delle sue interpretazioni, così pulsanti di vita, così ricche di chiaroscuri, in cui la musica acquista una forza drammaturgica e una eloquenza scintillanti. Una discografia sconfinata esplora il repertorio strumentale e quello operistico… In quasi 40 anni di attività, non si contano le collaborazioni con le star del panorama musicale internazionale: da Cecilia Bartoli a Giuliano Carmignola, dalle sorelle Labèque a Patricia Kopatchinskaja.

Elzeviro per Madame 

Elzeviro per Madame 

Un manoscritto trovato su Ebay dal clavicembalista Christophe Rousset ci riporta al tempo degli amori fra la contessa di Rochefort-Théobon e il Re Sole, in una Versailles in cui tutto era sfarzo e teatralità. Oggi quella raccolta è tornata a risuonare diventando un disco cult. Nell’incisione i brani non seguono l’ordine originale previsto da Madame ma vengono raggruppati per tonalità, tracciando una sottile drammaturgia dei suoni. Ascoltandoli, ci sembra di rivivere tutte le sfumature dell’epoca louis-quatorzienne, fra spettacoli pirotecnici e tragédies lyrique, tradimenti e divertissements, intrighi di corte e ballets de cour. Già sembra festeggiare nelle nostre pupille il rigoglio cromatico dei dipinti di Le Brun, già protendiamo l’orecchio verso le graffianti irriverenze di Molière e ci emozioniamo godendo dei frutti melodiosi dell’arte di Lully.

Wagner e la quadratura del cerchio

Wagner e la quadratura del cerchio

Music Paper pubblica in esclusiva un estratto del recentissimo “La quadratura del cerchio / Quella cosa priva di nome”, volume wagneriano “a due facce” che raccoglie un saggio e un “Singspiel” di Federico Capitoni (autore e voce del nostro podcast “Le cose della Musica”) e dall’altra una selezione da lui curata di scritti di Richard Wagner. Centosessantacinque pagine, è edito da Aragno nella collana Pietre d’angolo curata da Andrea Cortellessa. Il primo capitolo introduttivo del testo di Capitoni “La quadratura del cerchio” ci introduce nell’universo del teatro wagneriano. Così: «La chiamiamo opera ma non sappiamo bene cos’è. Le si è dato questo nome generico perché il più semplice e comprensivo, ma la trappola dell’universalità scatta nel momento in cui si tenta la definizione”.

Corelli e Scarlatti nei sotterranei del Vaticano

Corelli e Scarlatti nei sotterranei del Vaticano

Alla scoperta del “Giornale” manoscritto conservato nel “Fondo Bolognetti” dell’Archivio Apostolico Vaticano. Una fonte archivistica incredibilmente sconosciuta fino a pochi anni fa. Miniera inesauribile d’informazioni sulla vita musicale romana aneddoti cronache stile di vita di compositori, cantanti, strumentisti. E cardinali. «Se si avesse da eleggere il capo agli epicurei della villa di Frascati con il voto de li musici e de le puttane, toccherebbe la sorte a Pietruccio Ottoboni, per quanto riferiscono i suoi lacchè, che giornalmente vengono di colà». Che il cardinal cardinal Pietro Ottoboni (1667 – 1741) – mecenate di musicisti come Arcangelo Corelli e Alessandro Scarlatti – avesse uno stile di vita disinvolto è risaputo, ma leggere quest’affermazione scritta nel 1691 fa un bell’effetto.

#Reviews
Spettacoli - Libri - Dischi

Per Don Carlo grandi voci la dedizione di Valčuha e un’enigmatica regia

Da tempo non si sentiva una compagnia di canto così buona come quella scritturata dal Teatro San Carlo di Napoli per il Don Carlo inaugurale nella versione in cinque atti. La regia di Claus Guth ha …

L’universo musicale di Bach

Christoph Wolff / Il Saggiatore pagg. 525, € 65 Christoph Wolff è notoriamente uno dei più accreditati studiosi della vita e dell’opera di Johann Sebastian Bach. Con la traduzione di Patrizia Rebulla ed Elli Stern, e la …

Beethoven: The Symphonies

La nuova integrale delle Sinfonie beethoveniane dirette da Yannick Nézet-Séguin si propone di svelare un percorso inedito nella genesi e nel processo creativo del compositore di Bonn, attraverso l’adozione della New Beethoven Complete Edition pubblicata …

ONSTAGE

Nel segno di Respighi

Nel segno di Respighi

Nato da un’idea di Maurizio Scardovi e organizzato dalla Fondazione Musica Insieme, il Festival Respighi a Bologna, dal 16 al 23 settembre, celebra il compositore della “generazione dell’Ottanta”.
In programma musica sinfonica e da camera, una giornata di studio e un concerto per pianoforte meccanico.

Back to BAM

Back to BAM

Domenica 18 settembre è tornato alla Biblioteca degli Alberi Milano il “Back to the City Concert – La grande musica classica nel parco”. Un concerto per tutta la città tra i grattacieli di Porta Nuova e gli alberi del parco, con i cantanti lirici e l’orchestra dell’Accademia del Teatro alla Scala e una selezione di brani del repertorio lirico-sinfonico ottocentesco.

La Biennale Musica è Out of Stage

La Biennale Musica è Out of Stage

Il Leone d’oro 2022 Giorgio Battistelli inaugura la 66ma edizione della Biennale Musica diretta da Lucia Ronchetti. Dal 14 al 25 settembre, con oltre 300 artisti coinvolti in grandi classici del nostro tempo e nuove produzioni dedicate al teatro musicale sperimentale e i suoi luoghi “non convenzionali”.

Nuovo nome, nuova Stagione

Nuovo nome, nuova Stagione

L’Orchestra Sinfonica di Milano, dopo il rebranding, è pronta a partire con la Stagione 2022-2023. Il concerto inaugurale si terrà al Teatro alla Scala, domenica 11 settembre, con i fratelli pianisti Lucas e Arthur Jussen diretti da Andrey Boreyko.

Le Luci di MiTo

Le Luci di MiTo

Dal 5 al 25 settembre 2022 torna il festival MiTo Settembre Musica, quest’anno dal titolo “Luci”. 116 concerti sinfonici, cameristici e solistici tra il centro e le periferie di Milano e Torino per celebrare la ripresa.

Il Belcanto ritrovato

Il Belcanto ritrovato

Dal 23 agosto al 10 settembre la prima edizione del Festival marchigiano ideato da Rudolf Colm e Saul Salucci, dedicato al recupero del repertorio operistico ottocentesco dimenticato. In programma la farsa di Pietro Generali “Cecchina suonatrice di ghironda”, concerti cameristici e lirico-sinfonici e conferenze.

Elba Festival di musica e pace

Per l’edizione 2022, Elba Isola Musicale d’Europa lancia un messaggio di pace tra i popoli attraverso un palinsesto ricco di ospiti internazionali e grandi novità, in scena dal 28 agosto all’11 settembre.

Rossini Opera Festival 2022

Rossini Opera Festival 2022

Il ROF è pronto a partire. Dal 9 al 21 agosto, a Pesaro, due nuove produzioni (“Le Comte Ory” e “Otello”), la ripresa de “La Gazzetta”, il consueto “Viaggio a Reims” dell’Accademia Rossiniana, quattro concerti lirico-sinfonici, due concerti di belcanto, la sezione “Rossinimania”. E un Gala per celebrare i 40 anni di attività al ROF di Pier Luigi Pizzi.

A Bolzano un Festival «senza confini»

A Bolzano un Festival «senza confini»

Ha preso avvio lo scorso 30 luglio con un concerto dell’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano il l Bolzano Festival Bozen, e farà risuonare per sei settimane il capoluogo altoatesino. Un ricco palinsesto di proposte musicali, con giovani talenti e stelle internazionali, dà vita agli spazi più iconici del capoluogo altoatesino.

Casagrande e Sala Gallo verso i “live”

Casagrande e Sala Gallo verso i “live”

Si svolgeranno in autunno due celebri concorsi pianistici internazionali con sede in Italia, ambedue membri della Alink–Argerich Foundation: l’Alessandro Casagrande (Terni, 11-17 settembre) e il Rina Sala Gallo (Monza, 2-8 ottobre). Rispettivamente 28 e 32 candidati da ogni parte del mondo, che attendono di disputare le fasi finali.